anthropic

Nuovi strumenti per combattere i deepfake

Di |2024-04-05T14:08:31+02:005 Aprile , 2024|Articoli, Intelligenza Artificiale, News|

TrueMedia.org, un'organizzazione no-profit con sede a Seattle, ha presentato martedì 2 aprile uno strumento di verifica dei media basato sull'intelligenza artificiale sviluppato con l'obiettivo di assistere giornalisti nel rilevare deepfake e contrastare la diffusione di disinformazione in vista delle prossime elezioni statunitensi e internazionali. Lo strumento è gratuito e attualmente disponibile per funzionari governativi, fact-checker, personale delle campagne elettorali, università, organizzazioni no-profit e giornalisti di testate giornalistiche accreditate. Secondo il comunicato stampa pubblicato sul sito dell'organizzazione, TrueMedia.org ha collaborato con i principali fornitori tecnologici, ricercatori e istituti accademici del settore per creare uno strumento di rilevamento dei deepfake preciso e di semplice utilizzo.

Claude 3 (Anthropic) sfida ChatGpt

Di |2024-03-08T14:17:01+01:008 Marzo , 2024|Articoli, Giornalismo e IA, Tecnologia e applicazioni|

Anthropic, società che sviluppa intelligenza artificiale fondata da ex dipendenti di OpenAI, lo scorso 4 marzo ha rilasciato Claude 3, una famiglia di modelli linguistici di grandi dimensioni (LLM), che, stando alle dichiarazioni di Anthropic, avrebbero raggiunto capacità “quasi umane”. La famiglia di modelli comprende tre varianti avanzate in ordine crescente di capacità: Claude 3 Haiku, Claude 3 Sonnet e Claude 3 Opus. Ogni modello successivo offre prestazioni sempre più potenti, permettendo agli utenti di trovare un equilibrio ottimale tra intelligenza, velocità e costo per le loro specifiche applicazioni. I primi rapporti indicano che Claude 3 dimostra "prestazioni avanzate in vari compiti cognitivi" e la capacità di elaborare ragionamenti.

Gli “strani” rapporti delle aziende di IA al vaglio della Federal Trade Commission

Di |2024-02-05T10:16:41+01:002 Febbraio , 2024|Articoli, Etica e Normativa, News|

La Federal Trade Commission (FTC) degli Stati Uniti ha avviato un'indagine approfondita sulle operazioni di investimento e le partnership nel campo dell'intelligenza artificiale generativa. L'attenzione è concentrata su colossi tecnologici come Alphabet, Amazon, Microsoft, Anthropic e OpenAI. Giovedì scorso, l'organo regolatore ha emesso richieste dettagliate alle cinque aziende, chiedendo informazioni approfondite sulla portata e sugli effetti dei loro investimenti. L'indagine si propone di esaminare i privilegi conferiti dagli investimenti delle grandi aziende nelle startup di intelligenza artificiale emergenti, valutando se tali accordi possano compromettere la concorrenza.

SØØn – Newsletter n°6 del 17 novembre 2023

Di |2024-02-23T16:09:56+01:0017 Novembre , 2023|Riepiloghi|

Gli argomenti trattati questa settimana sono: - La Carta di Parigi sull'intelligenza artificiale e il giornalismo, lanciata il 10 novembre 2023,creata con l’intento di stabilire norme etiche e principi che i giornalisti e le redazioni di tutto il mondo possono adottare e applicare nel loro lavoro quotidiano con le tecnologie. - Festival sul giornalismo digitale “Glocal” - Analisi sul destino della scrittura nell'era dell'IA secondo la visione di alcuni autori. - La "superintelligenza" ricercata da OpenAI - Tools e strumenti di IA utile ai giornalisti per velocizzare e semplificare il lavoto - Analisi sulla crescita e le opportunità finanziarie dell'IA

Il Mercato dell’Intelligenza Artificiale Generativa: Crescita e Opportunità

Di |2024-02-29T16:46:29+01:0017 Novembre , 2023|Opinioni e analisi|

Secondo le nuove previsioni riportate dal “Financial Times”, il mercato dell'intelligenza artificiale generativa globale sta vivendo un'esplosione, con previsioni che indicano un passaggio dai 6 miliardi di dollari di quest'anno a 59 miliardi di dollari entro il 2028. Questa tecnologia sta trovando applicazione in settori diversi, dal marketing alle assicurazioni. La crescita più rapida si prevede nel settore consumer, dove l'intelligenza artificiale può alimentare motori di ricerca, assistenti alla scrittura e creazione di contenuti artistici personalizzati. Settori come i media e l'intrattenimento seguiranno, con il settore sanitario, aziendale e automobilistico che contribuiranno alla crescita.

Torna in cima