copyright

Continua la battaglia legale tra OpenAI e Il The New York Times

Di |2024-03-01T13:40:06+01:001 Marzo , 2024|Articoli, Giornalismo e IA|

Lo scorso dicembre, il The New York Times ha avviato azioni legali contro OpenAI e il suo principale finanziatore, Microsoft, accusandoli di sfruttare milioni dei suoi articoli senza autorizzazione per addestrare chatbot destinati a fornire informazioni agli utenti. In una dichiarazione presentata lunedì presso il tribunale federale di Manhattan, OpenAI ha chiesto ad un giudice federale di archiviare alcune parti della causa sul copyright del giornale contro di essa, sostenendo che il NYT ha hackerato il suo chatbot ChatGPT e altri sistemi di intelligenza artificiale per generare delle prove valide da utilizzare per il caso. “Le accuse contenute nella denuncia del Times non soddisfano i suoi famosi e rigorosi standard giornalistici. La verità, che verrà fuori nel corso di questo caso, è che il Times ha pagato qualcuno per hackerare i prodotti OpenAI"

Le controversie sul copyright nell’addestramento dei modelli di intelligenza artificiale

Di |2024-02-23T12:46:08+01:0023 Febbraio , 2024|Articoli, Etica e Normativa|

Lo scorso luglio la comica Sarah Silverman e alti autori: Christopher Golden, Richard Kadrey, Paul Tremblay e Mona Awad avevano accusato OpenAI di aver utilizzato illecitamente i loro lavori per addestrare ChatGPT, violando il loro diritto di copyright. Le prove offerte dagli autori miravano a dimostrare che, quando richiesto, ChatGPT remixava le opere protette da copyright di migliaia di autori di libri senza consenso, compenso o credito. Il 19 febbraio 2024, la giudice federale californiana Araceli Martínez-Olguín ha respinto le accuse degli autori ritenendo che non sia stata riscontrata una somiglianza diretta tra gli output di ChatGPT e le opere originali. Martínez-Olguín ha sottolineato che i querelanti “non hanno dimostrato che gli output di ChatGPT contengano copie dirette dei libri protetti da copyright” .

La politica italiana sui temi dell’IA

Di |2024-02-05T10:33:11+01:0026 Gennaio , 2024|Articoli, Giornalismo e IA, News|

Il 18 gennaio, presso Palazzo Chigi, si è tenuto un incontro tra il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, e Bill Gates, per discutere sulle sfide e le opportunità legate all'intelligenza artificiale. Alla riunione ha partecipato anche Padre Paolo Benanti, Presidente della Commissione sull’Intelligenza Artificiale per l’Informazione, noto esperto di etica delle tecnologie e intelligenza artificiale. L'evento ha costituito un momento di riflessione per un'analisi approfondita dei rischi e delle opportunità derivanti dalle nuove tecnologie, con particolare attenzione al contesto italiano. Giorgia Meloni e Padre Paolo Benanti hanno accolto Bill Gates e hanno guidato la discussione su come gestire in modo proattivo i cambiamenti futuri indotti dall'IA, anziché subirli.

SØØn – Newsletter n°5 del 10 novembre 2023

Di |2024-02-23T14:42:23+01:0010 Novembre , 2023|Riepiloghi|

Questa settimana parliamo di: MSN di Microsoft sostituisce gran parte dei suoi 800 editors del sito con l'IA creando molti problemi di disinformazione Midjourney lancia due novità significative nel campo della generazione di immagini basate sull’intelligenza artificiale News/Media Alliance (organizzazione no-profit che rappresenta più di 2.200 organizzazioni mediatiche di notizie e riviste) ha pubblicato un White Paper schierandosi apertamente contro le violazioni del Copyright nell’era dell’intelligenza artificiale OpenAI ha tenuto il suo primo Dev Day, con al centro dell’evento, le innovazioni legate a GPT-4 e ChatGPT Lo scorso 30 ottobre, il presidente Biden ha firmato l’ Executive Order che regolerà la creazione, l’utilizzo e la diffusione di modelli di intelligenza artificiale negli USA L’azienda cinese Ant Group, che gestisce il più grande sistema di pagamento mobile del paese, ha ricevuto il via libera governativo per la commercializzazione di prodotti basati sul suo modello linguistico d’intelligenza artificiale “Bailing”.

Gli editori contro L’IA per la tutela del diritto d’autore

Di |2024-02-29T16:49:51+01:009 Novembre , 2023|Articoli, Etica e Normativa, News|

Il 30 ottobre 2023 News/Media Alliance (organizzazione no-profit che rappresenta più di 2.200 organizzazioni mediatiche di notizie e riviste e le loro attività multipiattaforma negli Stati Uniti e nel mondo) ha pubblicato un White Paper che pone al centro la questione sul Copyright nell'era dell'intelligenza artificiale, evidenziandone le presunte violazioni di Copyright. Nel documento, l'associazione riconosce l'enorme potenziale delle tecnologie IA, ma allo stesso tempo sottolinea l'impatto allarmante che queste tecnologie stanno avendo sul mondo dell'editoria, evidenziando una realtà in cui gli sviluppatori raccolgono i frutti del lavoro altrui, utilizzando i contenuti editoriali senza offrire un adeguato riconoscimento o compensazione agli editori stessi.

SØØn – Newsletter n°4 del 3 novembre 2023

Di |2024-02-22T15:07:23+01:003 Novembre , 2023|Riepiloghi|

Questa settimana parliamo di come l'Ai trasformerà il business, della mobilitazione delle grandi potenze nel Summit che si terrà a Londra, dello scenario giornalistico esposto durante la "Trust Conferance": igiene digitale e intelligenza artificiale, delle novità di Microsoft Copilot che partirà il primo novembre, delle considerazioni di Richard Gingras sullo stato dell'informazione ed un piccolo elenco delle applicazioni di IA che permettono di creare loghi originali.

La controversia tra intelligenza artificiale e copyright

Di |2024-03-01T15:51:47+01:003 Novembre , 2023|Etica e Normativa|

È Mathew Ingram su Columbia Journalism Review che, questa volta, si cimenta sul difficile terreno del rapporto tra Intelligenza Artificiale e Copyright. Siamo davvero sicuri che l’addestramento di tali sistemi con materiali anche coperti dal diritto d’autore ne rappresenti una violazione?

Torna in cima