Tecnologia e applicazioni

In questa categoria sono raccolte notizie e informazioni relative a nuove applicazioni, programmi e tecnologie di IA

Anche OpenAI ha il suo text to video: nasce Sora

Di |2024-02-23T12:47:54+01:0023 Febbraio , 2024|Articoli, Tecnologia e applicazioni|

OpenAI ha recentemente annunciato il lancio del suo strumento di generazione video da testo denominato Sora. Questo strumento è progettato per convertire istruzioni testuali in video con una durata massima di 60 secondi, consentendo la creazione di scene complesse caratterizzate da più personaggi, movimenti specifici e sfondi dettagliati. Sora si basa su una versione del modello di diffusione utilizzato da Dalle-3 di OpenAI e da GPT-4, il che gli consente di comprendere non solo le istruzioni testuali fornite, ma anche di sviluppare una comprensione della grammatica cinematografica per produrre video più realistici. Con Sora OpenAI entra in competizione diretta con altre aziende, tuttavia, OpenAI afferma che Sora si distingue per il suo sorprendente fotorealismo e la capacità di produrre video più lunghi, fino a un minuto, rispetto alla concorrenza.

Bard cresce e diventa Gemini

Di |2024-02-16T12:22:50+01:0014 Febbraio , 2024|Articoli, Tecnologia e applicazioni|

Da quando Google ha lanciato Bard, la sua piattaforma di intelligenza artificiale generativa, l'anno scorso, persone in tutto il mondo hanno adottato questo strumento. Bard è diventato uno strumento quotidiano per molti, facilitando varie attività. L'obiettivo principale di Bard è sempre stato fornire un accesso diretto ai modelli di intelligenza artificiale di Google. Con l'introduzione di Gemini, la nuova generazione di modelli più avanzati, questo obiettivo è ancora più tangibile. Pertanto, Google ha deciso di rinominare Bard semplicemente Gemini, cambio che riflette una trasformazione più ampia. Con Gemini, Google mira a offrire una gamma più ampia di funzionalità e servizi. Oltre all'interazione con il modello Pro 1.0 in più di 40 lingue.

Meta: etichetta i contenuti per distinguere quelli Umani da quelli artificiali

Di |2024-02-16T11:21:41+01:0014 Febbraio , 2024|Articoli, Social media, Tecnologia e applicazioni|

La questione di distinguere se i contenuti sono generati dalla mente umana o dall'intelligenza artificiale sta diventando sempre più complessa e necessaria. Con il passare del tempo, la linea di demarcazione tra i contenuti umani e quelli prodotti dall'IA si sta assottigliando, suscitando la necessità delle persone di riuscire a distinguerne la provenienza. Attualmente, l'industria dell'IA sta ancora lavorando per stabilire standard comuni per identificare immagini, video e audio generati dall'IA. Vi sono progressi in tal senso da parte di alcune aziende, come Meta che, fin dalla creazione del suo strumento di generazione di immagini, Meta AI, ha iniziato ad etichettare le immagini fotorealistiche, introducendo marcatori visibili, filigrane invisibili e metadati nei file di immagine.

Google svela Lumiere

Di |2024-02-05T10:02:22+01:002 Febbraio , 2024|Articoli, Tecnologia e applicazioni|

Google ha introdotto Lumiere il suo innovativo modello di intelligenza artificiale per la generazione di video, questo modello si caratterizza per l'utilizzo del rivoluzionario framework di diffusione denominato Space-Time-U-Net (STUNet), che consente a Lumiere di comprendere sia gli aspetti spaziali che temporali. Diversamente dagli approcci tradizionali, questa tecnologia avanzata consente di creare video in un unico processo, eliminando la necessità di assemblare fotogrammi fissi più piccoli. Il processo di Lumiere inizia con la creazione dia struttura di base che può provenire da un prompt o da un’immagine. Sfruttando il potenziale di STUNet, il modello approssima la traiettoria degli oggetti all'interno del fotogramma, generando una sequenza organica di fotogrammi che si fondono senza soluzione di continuità, creando un effetto di movimento fluido.

Anche l’Italia avrà la sua intelligenza artificiale

Di |2024-02-05T10:30:49+01:0026 Gennaio , 2024|Articoli, News, Tecnologia e applicazioni|

Considerando l'evoluzione delle principali aziende tecnologiche americane come Microsoft, Google e Amazon, che hanno investito ingenti risorse nello sviluppo di tecnologie di intelligenza artificiale, e considerando anche le iniziative di altri paesi, in particolare della Cina, anche per gli altri paesi emerge la necessità di attivarsi per un ruolo di primo piano nel progresso di queste nuove tecnologie. Anche l'Italia ha preso una posizione attiva con l’iniziativa da parte di iGenius, un'azienda specializzata nello sviluppo di prodotti basati sull'intelligenza artificiale per semplificare l'interazione tra persone e dati e Cineca, un Consorzio Interuniversitario che gestisce uno dei più potenti supercomputer al mondo “Leonardo”, che hanno ufficialmente presentato il progetto "Modello Italia".

OpenAI annuncia il suo impegno per prevenire l’uso distorto dell’IA per le elezioni politiche

Di |2024-02-05T10:38:57+01:0026 Gennaio , 2024|Articoli, News, Tecnologia e applicazioni|

In vista dei numerosi appuntamenti elettorali previsti nel 2024, dalla politica degli Stati Uniti all'Europa, e considerando il diffuso timore legato ai deepfake, OpenAI ha recentemente annunciato, attraverso un post sul suo blog, la sua risoluta determinazione a migliorare il suo impegno per rendere sicura la piattaforma fornendo informazioni accurate sul voto, applicando politiche adeguate e migliorando la trasparenza. “Abbiamo uno sforzo trasversale dedicato al lavoro sulle elezioni, che riunisce le competenze dei nostri sistemi di sicurezza, delle intelligence sulle minacce, dei team legali, tecnologici e politici per indagare e risolvere rapidamente i potenziali abusi” scrivono da OpenAI.

Microsoft porta l’IA dentro Windows con Copilot Pro

Di |2024-02-20T16:50:26+01:0019 Gennaio , 2024|Articoli, News, Newsletter, Tecnologia e applicazioni|

Microsoft ha annunciato il lancio del suo nuovo servizio a pagamento, Copilot Pro, confermando la sua enfasi sul futuro di Windows basato sull'intelligenza artificiale generativa. Dopo il successo del lancio dell'app Copilot per Android e iPhone, la nuova versione in abbonamento promette di rivoluzionare l'interazione degli utenti con i PC che eseguono il sistema operativo Windows. Copilot Pro, basato sull'intelligenza artificiale GPT sviluppata da OpenAI, offre un accesso prioritario ai potenti modelli GPT-4 e GPT-4 Turbo. Mentre nella versione base questi modelli sono disponibili solo durante i periodi di scarso traffico sui server di Microsoft, gli abbonati a Copilot Pro possono godere di un utilizzo continuativo e fluido durante la sessione di lavoro su Windows.

AGI : pericolo o opportunità?

Di |2024-02-09T15:59:16+01:007 Dicembre , 2023|Articoli, Etica e Normativa, News, Tecnologia e applicazioni|

Il progresso dell'Intelligenza Artificiale è al centro di un acceso dibattito, caratterizzato da divergenze di opinione che riflettono le diverse prospettive riguardo al momento in cui le intelligenze artificiali potrebbero effettivamente superare l'intelligenza umana. Recentemente, Ben Goertzel, CEO di SingularityNET e autorevole ricercatore nel campo dell'Intelligenza Artificiale Generale (AGI), ha lanciato un allarme “singolarità”, prevedendo che entro il 2031 l'IA potrebbe superare l'intelligenza umana. Goertzel basa la sua previsione sull'accelerazione degli sviluppi nei modelli di IA linguistica, come Llama2 di Meta e GPT-4 di OpenAI, che stanno attirando notevoli investimenti e interesse da parte di scienziati e ricercatori. L'AGI, capace di compiere compiti in modo simile agli esseri umani, è al centro del dibattito.

Open source e IA: AI Alliance

Di |2024-02-09T15:58:57+01:007 Dicembre , 2023|Articoli, News, Tecnologia e applicazioni|

Nel panorama dell'Intelligenza Artificiale, IBM e Meta hanno unito le forze per lanciare l'AI Alliance, un'iniziativa che conta su oltre 50 membri fondatori e collaboratori di rilievo a livello globale. Tra i partecipanti figurano aziende di punta come AMD, Anyscale, CERN, Cerebras, Cleveland Clinic, Cornell University, Dartmouth, Dell Technologies, EPFL, ETH, Hugging Face, Imperial College London, Intel, INSAIT, Linux Foundation, MLCommons, e molti altri, comprese istituzioni accademiche di prestigio come l'Università di Tokyo, l'Università di Yale e molte altre. L'IA Alliance si propone di sostenere l'innovazione aperta e la scienza aperta nel campo dell'IA. Questa collaborazione è orientata all'azione e concepita per creare opportunità in tutto il mondo, coinvolgendo un vasto spettro di istituzioni.

AWS lancia Amazon Q

Di |2024-02-09T15:56:49+01:0030 Novembre , 2023|Articoli, News, Tecnologia e applicazioni|

Amazon Web Services (AWS) Durante l'evento re:Invent 2023, tenutosi il 27 novembre, ha lanciato Amazon Q, una nuova piattaforma di intelligenza artificiale generativa dedicata al mondo aziendale. Il CEO di AWS, Adam Selipsky, ha descritto Amazon Q come un "compagno di lavoro per milioni di persone nel loro ambiente lavorativo", evidenziando il suo potenziale nel migliorare l'ambiente lavorativo. Il nome "Q" non solo fa riferimento alla parola "domanda", ma evoca anche il personaggio omonimo dei romanzi di James Bond e di "Star Trek", simboleggiando ingegnosità e potenza. Questa innovazione si posiziona nel mercato competitivo dell'IA generativa, dove già operano soluzioni come ChatGPT di OpenAI, Bard di Google, e i copiloti di Microsoft.

Torna in cima