intelligenza artificiale generativa

Reddit vende i dati degli utenti all’IA

Di |2024-03-01T13:41:51+01:0023 Febbraio , 2024|Articoli, Etica e Normativa|

Reddit, il social media statunitense, ha recentemente stretto un accordo con un'azienda di intelligenza artificiale, della quale non si sa il nome, per fornirle i dati dei suoi utenti. Secondo quanto riportato da Bloomberg, il contratto ha un valore di circa 60 milioni di dollari all'anno e fa parte della strategia di Reddit per aumentare le proprie entrate in vista della sua imminente quotazione in borsa. L'accordo prevede che Reddit conceda all'azienda l'accesso ai post e ai commenti degli utenti, che verranno utilizzati per addestrare modelli di intelligenza artificiale. Il contratto (e le controversie ad esso associate) si basa sulla concessione dell'utilizzo delle API (interfaccia di programmazione delle applicazioni) di Reddit, per consentire l'accesso ai dati del sito web.

UE: sfide economiche e strategie per l’IA

Di |2024-02-05T10:08:54+01:002 Febbraio , 2024|Articoli, Intelligenza Artificiale|

Nel mentre l'Unione europea si è trovata ad affrontare normativamente una rapida evoluzione nel campo dell'intelligenza artificiale generativa, come evidenziato dall'introduzione di un capitolo dedicato nell'AI Act, focalizzato su modelli avanzati come il GPT-4 e LaMDA, altro ed altrettanto complesso capitolo è la rincorsa alla necessità di competere globalmente su queste tecnologie. I fronti sono in sostanza due: quello dell’hardware (semiconduttori) di supporto e quello dello sviluppo di modelli IA europei. Lo scorso giugno la Commissione europea ha approvato un pacchetto di aiuti da 8,1 miliardi di euro di aiuti di Stato per la produzione di semiconduttori "Made in Europe".

Gli “strani” rapporti delle aziende di IA al vaglio della Federal Trade Commission

Di |2024-02-05T10:16:41+01:002 Febbraio , 2024|Articoli, Etica e Normativa, News|

La Federal Trade Commission (FTC) degli Stati Uniti ha avviato un'indagine approfondita sulle operazioni di investimento e le partnership nel campo dell'intelligenza artificiale generativa. L'attenzione è concentrata su colossi tecnologici come Alphabet, Amazon, Microsoft, Anthropic e OpenAI. Giovedì scorso, l'organo regolatore ha emesso richieste dettagliate alle cinque aziende, chiedendo informazioni approfondite sulla portata e sugli effetti dei loro investimenti. L'indagine si propone di esaminare i privilegi conferiti dagli investimenti delle grandi aziende nelle startup di intelligenza artificiale emergenti, valutando se tali accordi possano compromettere la concorrenza.

SØØn – Newsletter n°3 del 19 gennaio 2024

Di |2024-02-21T16:07:57+01:0019 Gennaio , 2024|Riepiloghi|

Gli argomenti trattati questa settimana sono: - NYT reticente secondo OpenAI - L’IA alla ricerca di nuove interfacce mentre tramontano i social - I nuovi Trend per il digitale secondo il Reuters Institute - Prospettive regolatorie per l’IA nel 2024 - Un teologo per dare le linee guida all’IA italiana

Gli editori svizzeri preoccupati dell’Intelligenza Artificiale

Di |2024-02-20T16:10:06+01:0019 Gennaio , 2024|Articoli, Giornalismo e IA, News, Newsletter, Opinioni e analisi|

I dirigenti dell'associazione Svizzera Schweizer Medien VMS (organizzazione settoriale delle aziende mediatiche svizzere private che si impegna a tutelare gli interessi dei media) si riuniscono nelle prime settimane dell'anno per esaminare la situazione complessiva di editoria giornalismo e informazione. Durante l'ultimo convegno, al quale hanno partecipato oltre 250 rappresentanti dei media, della politica, delle autorità e dell'economia, è emersa la necessità di affrontare in modo approfondito le sfide e le opportunità legate all'intelligenza artificiale nell'industria mediatica. Il presidente dell'Associazione, Andrea Masüger, ha enfatizzato l'urgenza di adottare misure politiche per preservare l'efficacia del giornalismo in Svizzera.

Microsoft porta l’IA dentro Windows con Copilot Pro

Di |2024-02-20T16:50:26+01:0019 Gennaio , 2024|Articoli, News, Newsletter, Tecnologia e applicazioni|

Microsoft ha annunciato il lancio del suo nuovo servizio a pagamento, Copilot Pro, confermando la sua enfasi sul futuro di Windows basato sull'intelligenza artificiale generativa. Dopo il successo del lancio dell'app Copilot per Android e iPhone, la nuova versione in abbonamento promette di rivoluzionare l'interazione degli utenti con i PC che eseguono il sistema operativo Windows. Copilot Pro, basato sull'intelligenza artificiale GPT sviluppata da OpenAI, offre un accesso prioritario ai potenti modelli GPT-4 e GPT-4 Turbo. Mentre nella versione base questi modelli sono disponibili solo durante i periodi di scarso traffico sui server di Microsoft, gli abbonati a Copilot Pro possono godere di un utilizzo continuativo e fluido durante la sessione di lavoro su Windows.

SØØn – Newsletter n°2 del 12 gennaio 2024

Di |2024-02-21T16:13:27+01:0012 Gennaio , 2024|Riepiloghi|

Gli argomenti trattati questa settimana sono: - NYT reticente secondo OpenAI - L’IA alla ricerca di nuove interfacce mentre tramontano i social - I nuovi Trend per il digitale secondo il Reuters Institute - Prospettive regolatorie per l’IA nel 2024 - Un teologo per dare le linee guida all’IA italiana

L’IA alla ricerca di nuove interfacce mentre tramontano i social

Di |2024-02-21T13:22:46+01:0012 Gennaio , 2024|Articoli, News, Newsletter, Opinioni e analisi|

Sembra che l'epoca dei vecchi social media, inizialmente orientati principalmente verso i Millennials, stia giungendo al termine. A scriverlo è David Cohn, cofondatore e direttore strategico di Subtext, nonché direttore senior di Advance Alpha Group, il quale ha dedicato gli ultimi dieci anni all'esplorazione dell'innovazione nel giornalismo guidato dall'Intelligenza Artificiale (IA), prevedendo che il 2024 potrebbe segnare un notevole progresso nell'applicazione dell'IA, con un cambiamento equiparabile a quello causato dall'avvento dei social media. Sam Cholke – ricorda Cohn - esperto responsabile della distribuzione e crescita del pubblico presso l'Institute for Nonprofit News, ha evidenziato il recente declino del traffico su Facebook, sottolineando la fragilità del pubblico online.

Kyutai il nuovo laboratorio francese di IA

Di |2024-02-29T14:53:00+01:0024 Novembre , 2023|Articoli, Eventi, Giornalismo e IA, News|

Kyutai il nuovo laboratorio francese di IA, è stato inaugurato il 17 novembre durante la conferenza ai-PULSE. Kyutai è co-fondato da Xavier Niel, CEO e fondatore di Iliad Group, Rodolphe Saadé, presidente di CMA CGM Group specializzato in logistica, ed Eric Schmidt, ex CEO di Google, aspira a diventare un punto di riferimento nel settore dell'intelligenza artificiale generativa in Europa. Il progetto privato è senza scopo di lucro, parte con un fondo di 300 milioni di euro e il supporto tecnologico di Nvidia, oltre al contributo del servizio cloud di Iliad Scaleway e mira ad attrarre i migliori talenti del settore, promuovendo un approccio open-source allo sviluppo dell' IA.

SØØn – Newsletter n°6 del 17 novembre 2023

Di |2024-02-23T16:09:56+01:0017 Novembre , 2023|Riepiloghi|

Gli argomenti trattati questa settimana sono: - La Carta di Parigi sull'intelligenza artificiale e il giornalismo, lanciata il 10 novembre 2023,creata con l’intento di stabilire norme etiche e principi che i giornalisti e le redazioni di tutto il mondo possono adottare e applicare nel loro lavoro quotidiano con le tecnologie. - Festival sul giornalismo digitale “Glocal” - Analisi sul destino della scrittura nell'era dell'IA secondo la visione di alcuni autori. - La "superintelligenza" ricercata da OpenAI - Tools e strumenti di IA utile ai giornalisti per velocizzare e semplificare il lavoto - Analisi sulla crescita e le opportunità finanziarie dell'IA

Torna in cima