SØØn072023

Giornalismo e IA a confronto nelle diverse culture

Di |2024-02-09T15:56:16+01:0024 Novembre , 2023|Articoli, Eventi, Giornalismo e IA, News|

L'uso dell'intelligenza artificiale nel giornalismo continua ad avere grande risonanza: è infatti un argomento centrale in numerosi dibattiti e convegni a livello internazionale. La preoccupazione principale riguarda l'eventualità che le nuove tecnologie possano rimpiazzare il lavoro umano. Recentemente, eventi di spicco come il Global Media Congress ad Abu Dhabi, l'Assemblea Generale Annuale dell'Associazione Europea per la Formazione al Giornalismo a Vienna e la Conferenza sul Giornalismo della Korea Press Foundation, hanno approfondito questa tematica, evidenziando sia le opportunità, sia le sfide presentate dall'IA. Nonostante questi eventi abbiano avuto luogo in diverse parti del mondo - Medio Oriente, Asia ed Europa - prospettive e preoccupazioni risultano convergenti.

Problemi dell’IA: oltre la punta del naso

Di |2024-02-09T15:56:05+01:0024 Novembre , 2023|Articoli, News, Opinioni e analisi|

Ciò che emerge dalla storia che segue è forse l’aspetto più inquietante di tutta la vicenda dell’IA generativa: non le macchine che sostituiscono gli uomini o che prendono il sopravvento su di noi, ma la necessità di un controllo trasparente di questi sistemi e delle aziende che li governano. Abbiamo seguito in questi giorni le “strane” vicende della rimozione di Sam Altman che che abbiamo riepilogato brevemente. Ma cosa è successo davvero? Abbiamo letto di tutto in questi 5 giorni: la fine di OpenAI, le possibili conseguenze legali per Microsoft per presumibili azioni da parte di OpenAI, la nascita di un monopolio dell’IA in Microsoft etc. Ma come avrebbe mai potuto OpenAI fare causa a Microsoft che ne è sostanzialmente occulto azionista di maggioranza?

Accordo tra Francia, Germania e Italia per l’autoregolamentazione dell’IA

Di |2024-02-09T15:55:56+01:0024 Novembre , 2023|Articoli, Etica e Normativa, News|

L’accordo raggiunto sulla regolamentazione dell'intelligenza artificiale il 18 novembre, si focalizza principalmente sull'autoregolamentazione obbligatoria tramite codici di condotta. Questi tre stati propongono all'Unione Europea una regolamentazione che presta maggiore attenzione all'applicazione dell'IA, mettendo in rilievo i codici di condotta per i modelli di IA piuttosto che sulla tecnologia stessa. Questo accordo si colloca in un momento decisivo per la regolamentazione europea dell'intelligenza artificiale, con l'IA Act che sta per completare il suo percorso legislativo. Le istituzioni dell'UE sono impegnate a definire i dettagli finali della legislazione.

IA generativa tra editori a caccia di soldi e privacy

Di |2024-02-09T15:55:46+01:0024 Novembre , 2023|Articoli, Etica e Normativa, Giornalismo e IA, News|

Il 22 novembre il Garante per la protezione dei dati personali ha comunicato di aver avviato una indagine conoscitiva sui siti internet pubblici e privati per verificare l’adozione di idonee misure di sicurezza adeguate ad impedire la raccolta massiva (webscraping) di dati personali a fini di addestramento degli algoritmi di intelligenza artificiale (IA) da parte di soggetti terzi. L’indagine conoscitiva riguarda tutti i soggetti pubblici e privati, operanti quali titolari del trattamento, stabiliti in Italia o che offrono in Italia servizi, che mettono a disposizione on-line dati personali liberamente accessibili anche dagli “spider” dei produttori di algoritmi di intelligenza artificiale.

L’Intelligenza Artificiale e la possibilità di perdere il lavoro

Di |2024-02-09T15:55:36+01:0024 Novembre , 2023|Articoli, News, Opinioni e analisi|

L'impatto dell'IA generativa sul mondo del lavoro è già stato considerevole e lo sarà sempre più, spingendo le aziende verso l'automazione di compiti, suscitando timori tra i lavoratori per la potenziale perdita del proprio impiego. Forrester ha monitorato l'impatto dell'IA sui lavori per quasi un decennio, rilevando che il 36% dei lavoratori a livello globale teme di perdere il proprio lavoro a causa dell'automazione nei prossimi dieci anni. L'IA generativa dimostra di essere particolarmente veloce nel modificare attività ed attitudini, e si prevede la sostituzione del 4.9% dei lavori negli Stati Uniti entro il 2030 con la IA generativa che causerà il 30% di tali perdite, sostituendo circa 90.000 posti di lavoro nel 2023 e crescendo fino a 2.4 milioni entro il 2030.

Kyutai il nuovo laboratorio francese di IA

Di |2024-02-09T15:55:27+01:0024 Novembre , 2023|Articoli, Etica e Normativa, Giornalismo e IA, News|

Kyutai il nuovo laboratorio francese di IA, è stato inaugurato il 17 novembre durante la conferenza ai-PULSE. Kyutai è co-fondato da Xavier Niel, CEO e fondatore di Iliad Group, Rodolphe Saadé, presidente di CMA CGM Group specializzato in logistica, ed Eric Schmidt, ex CEO di Google, aspira a diventare un punto di riferimento nel settore dell'intelligenza artificiale generativa in Europa. Il progetto privato è senza scopo di lucro, parte con un fondo di 300 milioni di euro e il supporto tecnologico di Nvidia, oltre al contributo del servizio cloud di Iliad Scaleway e mira ad attrarre i migliori talenti del settore, promuovendo un approccio open-source allo sviluppo dell' IA.

Meta e la pubblicità politica

Di |2024-02-23T16:13:57+01:0024 Novembre , 2023|Articoli, Etica e Normativa, Giornalismo e IA, News|

Dopo anni in cui Meta ha affrontato la sfida di regolamentare la pubblicità politica su Facebook e Instagram, l'azienda ha predisposto una nuova politica, che sarà attiva dal prossimo anno che impone agli inserzionisti i di dichiarare se hanno utilizzato l'intelligenza artificiale per creare o modificare annunci pubblicitari di carattere politico o sociale ed ha inoltre stabilito che non sarà permesso l'uso del proprio software assistito da IA per creare questo tipo di annunci, né per quelli relativi a settori come l'abitazione, il lavoro, il credito, la salute, il farmaceutico o i servizi finanziari. Questa decisione arriva, in un contesto segnato dal rapido sviluppo delle tecnologie di IA e dalle preoccupazioni globali riguardo alla loro influenza sulla società.

Torna in cima